元日 – Il primo giorno

Aggiornamento: 19 feb 2021

Di Rachele Rosina


La poesia “Il primo giorno” descrive alcune delle tradizioni tipiche dei festeggiamenti del Festival della Primavera, o Capodanno Cinese. Scitta dal poeta Wang Anshi durante la Dinastia Song, attesta come alcune usanze si siano tramandate inalterate (o quasi) fino ai giorni, diventando pilastri portanti della cultura e società cinese!

Curiosi di scoprirne di più a riguardo?



元日 — [宋] 王安石


Il primo giorno — [Dinastia Song] Wang Anshi



bào zhú shēng zhōng yī suì chú

爆竹声中一岁除,

chūn fēng sòng nuǎn rù túsū

春风送暖入屠苏。

qiān mén wàn hù tóng tóng rì

千门万户曈曈日,

zǒng bǎxīn táo huàn jìu fú

总把新桃换旧符。

Nello scoppiettare del bambù, un altro anno finisce,

e il vento primaverile porta tepore al vino.

Gli usci delle case sono illuminati dal sole albeggiante,

mentre si cambiano sempre i vecchi amuleti con quelli nuovi.

1. 元日 yuán rì

Indica il primo giorno del primo mese lunare, quello che in cinese moderno chiamiamo 正月 zhēng yuè. ATTENZIONE a non confonderlo con 元旦 yuán dàn, che si riferisce invece al primo Gennaio!!


2. 爆竹 bào zhú: il bambù scoppiettante

In antichità si riteneva che durante la notte di Capodanno si aggirasse uno spirito maligno chiamato 年 nián (Anno). Dato che questa creatura era terrorizzata dai rumori forti e dal colore rosso, si mettevano pezzi di bambù sul fuoco che scaldandosì scoppiavano, e si indossavano indumenti rossi, allontanando così l'”Anno”. Queste due usanze sono rimaste in uso: possiamo infatti dire che il bambù è l'”antenato” dei botti di Capodanno!

Photo by Louis. K

3. 屠苏 túsū: vino Tusu

Vino medicinale dalle proprietà benefiche per il corpo che veniva assunto in antichità durante il giorno di Capodanno, con l’auspicio di una salute di ferro per tutto l’anno!


4. 桃符 táo fú: amuleti in legno di pesco

Sempre in antichità, si riteneva che anche il legno di pesco fosse efficace per allontanare gli spiriti maligni, e si appendevano dei speciali amuleti agli usci di ingresso delle abitazioni che venivano cambiati di anno in anno. Con il tempo, queste tavolette di legno vennero sostituite con dei fogli rossi su cui vengono scritte frasi di buon auspicio che vediamo tutt’ora appese allo stipite delle porte delle case cinesi! Oltre ai versi in rima, si possono trovare anche le immagini dei guardiani della casa, o il carattere 福 (fortuna, benedizione), spesso appeso al contrario.

Non è un errore, ma un gioco di parole: “al contrario” in cinese si dice 倒 dǎo, la cui pronuncia è simile ad “arrivare” 到 dào benedizione al contrario” può quindi essere letto “benedizioni in arrivo”!



0 commenti

Post recenti

Mostra tutti